sabato 5 gennaio 2008

Ecco cosa pensano di noi!

Il sistema ט stato vergognosamente imbarbarito proprio grazie alle esasperate istanze di accesso degli ultimi decenni.
E' necessario un intervento di moralizzazione che dovrא necessariamente partire proprio da un restringimento delle maglie d'accesso.
Ribadisco che l'aspirazione di molti all'accesso dovrebbe interrompersi giא all'esito della verifica del livello della lingua italiana utilizzato durante le loro "prove"
Quella dei praticanti ט una categoria eterogenea, l'esperienza nelle commissioni d'esame (grazie a vari colleghi posso avere un quadro pressochי completo della situazione nazionale, e non solo della mia Corte d'Appello) insegna che sarebbe opportuno formulare ipotesi diverse dalle tue (vedi interventi di Venerdì su Sarannoavvocati)
Anzichי pensare alle annate con "tutti i candidati bravi", infatti, conviene meditare sull'inquetante (e annuale, per non dire quotidiano) dato dei candidati circa i quali ci si chiede come abbiano potuto superare gli esami della scuola dell'obbligo
In conclusione, pur dovendo rimanere un esame abilitante, l'esame dovrא informarsi ai criteri e alle modalitא di valutazione proprie del concorso notarile: ט a quel modello e a quella efficienza di risultati valutativi che tutti i nostri sforzi sono protesi.
Cordialmente

Avvocato Artom

P.S. tradotto: poiche' appena avrete ottenuto il titolo scoprirete che non e' cambiato praticamente nulla, vi diciamo che l'esame è un esame di abilitazione,visto che l'avvocato e' una libera professione soggetta alle leggi della domanda e dell'offerta. Tuttavia, poiche' a noi interessa limitare l'accesso, sentiamo l'urgenza di sottoporvi alle stesse prove dei notai, che pero' vantano un vero e proprio diritto acquisito a seguito del superamento del CONCORSO.
p.s. sbaglio o qui c'e' qualcosa che non va?

lunedì 31 dicembre 2007

Messaggio alla Nazione

La nostra Petizione sta sortendo i suoi effetti ed è stata riportata anche da un famoso quotidiano. Tuttavia, abbiamo la netta sensazione che ci si prepari ad un uso strumentale della stessa;la notizia della petizione viene "stranamente" accostata all'annuncio bomba di Guido Alpa: ci sarà una Riforma (in peius) dell'esame di avvocato data da una preselezione a crocette (a cui seguiranno i 3 giorni massacranti).
Noi con la petizione chiediamo L'ABOLIZIONE dell'esame di avvocato così com'è strutturato ora, e la sua sostituzione con uno più semplice
(un parere in una materia a scelta, più orale vertente la deontologia) da svolgersi SUBITO DOPO LA LAUREA E PRMA DEL BIENNIO, A SEGUITO DEL QUALE VA CONCESSA L'ABILITAZIONE !
Siamo INDIGNATI, per questa strumentalizzazione di una petizione pubblica ,promossa in virtù dei principi COSTITUZIONALI che caratterizzano una DEMOCRAZIA (ma evidentemente ...)
ecco l'articolo che cita la petizione
clicca qui
p.s. che l'anno nuovo ci porti tante novità positive. Ed un consiglio: non stressatevi dietro questo esame (e voi ragazze non fatevi venire le rughe) perchè tanto non ne vale la pena....parola di chi ha l'abilitazione da 4 anni e non cava un ragno dal buco. Prima o poi l'esame sarà abolito ed i tempi della sua abolizione non sono lontani (specialmente se firmate la petizione)

giovedì 20 dicembre 2007

esame-truffa (fioccano le denunce)

Bari – 17 dic. 2007 - Ombre sull’esame di avvocato tenutosi a Bari l’11, 12 e 13 dicembre scorsi. Un esposto molto dettagliato è giunto i giorni scorsi sul tavolo del Procuratore della Repubblica di Bari, Marzano. Nel mirino dell’anonimo che ha denunciato i fatti ci sarebbe un dipendente della Corte di Appello di Bari, che da anni prende parte all’esame di avvocati come vigilante o con mansioni amministrative. Nella denuncia si descrive nei minimi particolari il metodo utilizzato per aiutare i praticanti nel superare nel migliore dei modi le prove.Il funzionario in questione avrebbe fatto anche da collettore tra l’esterno e i concorrenti
MILANO – 14 DIC. 2007 - «Siete tutti dei buffoni, l'esame è da annullare».
Un giovane aspirante avvocato si alza dalla sua sedia e corre verso il presidente della commissione, l'avvocato Marisa Meroni, che sta leggendo le tracce dell'esame davanti ai circa 4mila esaminandi. Prende in mano il microfono, interrompendo la lettura e grida: «Questo esame è una farsa, c'è già chi conosce le tracce».
“ROMA - 13 DIC. 2007 - «Uno scandalo senza precedenti», «un fatto inammissibile». Tracce e soluzioni online, addirittura prima dell'inizio degli esami. È quanto sta accadendo in queste ore secondo l'ANPA mentre si stanno svolgendo gli esami di avvocato in tutta Italia. Quello che è successo nei giorni scorsi potrebbe portare all'invalidazione dell'esame di stato per avvocati. L'associazione nazionale praticanti e avvocati che chiede anche le dimissioni immediate del presidente del Consiglio nazionale forense, l'organo che ha indicato i commissari d'esame. "

Catanzaro: al concorso erano 2.585, fecero tutti lo stesso compito. Ora la prescrizione per candidati e commissari: l'inchiesta di Luigi De Magistris finisce nel nulla.

Roma: emanato il D.L. 112/03, convertito nella Legge 180/03. I nuovi criteri prevedono l’esclusione punitiva dei Consiglieri dell’Ordine degli Avvocati dalle Commissioni d’esame e la sfiducia nei Magistrati e i Professori Universitari territoriali per la correzione dei compiti

sabato 15 dicembre 2007

Scandalo esame di avvocato

Scandalo esame di avvocato
ROMA - «Stiamo aspettando la fine delle prove di esami e, nel frattempo, stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni per decidere se presentare un esposto in procura». L’avvocato Gaetano Romano ,presidente dell’Anpa-Giovani avvocati italiani, è sul piede di guerra. Sono tanti gli aspiranti avvocati che hanno segnalato irregolarità durante la prova che si è svolta in questi giorni.«E ieri - continua Romano - sembra che la cose siano andate allo stesso modo. Le tracce dei temi sarebbero arrivate on line, e quindi sui palmari in possesso dei candidati, ancora prima di due giorni fa».Ieri mattina, comunque, uno dei siti internet al quale viene contestato di aver diffuso le tracce “illegalmente” xxxxxxxxxxxxxxx si è autosospeso, o meglio ha sospeso l’attività on line negli orari in cui si svolgeva l’esame. E ha ripreso a funzionare nel pomeriggio.L’associazione dei giovani avvocati, intanto, continua a monitorare la regolarità della prova ed è pronta a scendere in campo se continueranno ad aumentare le proteste da parte di chi all’esame non è arrivato “tecnologicamente” attrezzato.
p.s. ma come è possibile che un'associazione che si dichiara a tutela dei Praticanti , denunci gli stessi praticanti e chieda l'installazione dei METAL DETECTOR?
p.p.s. fino a prova contraria OGNI ANNO ci sono commissari che suggeriscono ai candidati (spesso loro pupilli.... e la "plebe" che tende l'orecchio per captare)